Prodotti tipici spagnoli
Blog

Prodotti tipici spagnoli: Riso Bomba, Pata Negra, Cecina di León e molti altri

La Spagna è una nazione dalla tradizione gastronomica molto varia. I prodotti tipici spagnoli spaziano dalla carne al pesce e variano a seconda della regione e della zona di appartenenza. La tradizione gastronomica si snoda da quella mediterranea a quella atlantica. Come la cucina italiana, nel corso del tempo, è stata influenzata anche da prodotti non autoctoni, importati dalle Americhe. É questo il caso dei prodotti introdotti durante il periodo della colonizzazione, come ad esempio la patata, il pomodoro, il mais e il cacao.

Il paese è molto grande per cui ricette e specialità variano dalla carne al pesce. Ad esempio la carne, soprattutto quella di maiale e di agnello, è utilizzata soprattutto nell’entroterra e nel sud della Spagna, Valencia e dintorni, con la sua famosa paella ne è l’esempio più lampante. Mentre il pesce è cucinato prevalentemente nella parte atlantica e nelle isole.

Riso Bomba: eccellenza in cucina

Non potevamo non partire proprio dal nostro famoso riso per paella: il Riso Bomba! Prodotto tipico della zona di Albufera (laguna in spagnolo), località situata nei dintorni della città di Valencia e zona adibita da secoli a risaia.

La produzione e la lavorazione del riso bomba è protetta ed è definita come “Denominazione di Origine” Arroz de Valencia. Il riso bomba si distingue da qualunque altro riso per via della sua particolare forma rotondeggiante. I chicchi sono lunghi circa 5-5,5 mm. Il colore è bianco perlato e le punte sono smussate.

Rispetto a tutte le altre varietà contiene meno milopectina e meno amilosio (componenti dell’amido). Grazie a questa peculiarità si presta benissimo alla preparazione della paella Valenciana. Assorbe molta acqua durante la cottura, imprigionando tutto il sapore e il gusto delle pietanze. Resistente alla cottura, non si apre e difficilmente scuoce. A fine cottura non rimane colloso e appiccicoso e i chicchi restano ben separati gli uni dagli altri.

Prodotti tipici spagnoli: pata negra

La pata negra, o carne negra, è il famosissimo Jamón ibérico, vale a dire il prosciutto iberico. Si tratta di un prosciutto di maiale di razza iberica, particolarmente rinomato e apprezzato. É considerato un prosciutto di alta qualità, usato soprattutto in Spagna e Portogallo.

La produzione di Jamón ibérico prevede che le carni prodotte siano il risultato derivante da un incrocio in cui abbia partecipato almeno per il 50% la razza iberica.
La pata negra è classificata secondo la qualità della carne:

  1. 100% Iberico Puro Bellota – 100% razza pura certificata con allevamento in libertà e alimentazione con ghianda (bellota)
  2. Bellota – razza non pura, incrociata con altre; alimentazione a ghianda
  3. Cebo Campo – razza non pura, incrociata con altre; maiali alimentati con legumi e cereali; allevamento in libertà
  4. Cebo – razza non pura, incrociata con altre; maiali alimentati con legumi e cereali e allevamento in fattoria

 

Prodotti tipici spagnoli

Il segreto della pata negra è l’alimentazione esclusiva a base di ghiande e la vita di pascolo libero del maiale. Le ghiande infatti sono ricche di acido oleico, che conferisce al prosciutto un gusto e un sapore inconfondibile. La libertà del pascolo poi permette al maiale di accumulare molto più grasso intramuscolare, rendendo così la carne ricca e saporita.

Cecina di León: cosce di manzo senza aggiunta di additivi né conservanti

Le Cecina di León sono cosce di manzo conservate in base ad un antico processo di conservazione spagnolo, del tutto naturale, senza aggiunta di conservanti, né additivi. Questo metodo trova le sue origini nella provincia di León e si tratta di un alimento conosciuto da diversi secoli.

Il processo prevede ben 5 diversi passaggi:

  1. Rifilatura
  2. salagione
  3. Lavaggio
  4. Riposo
  5. Affumicatura
  6. Asciugatura

Nella rifilatura sono perfezionate le forme dei pezzi. La salagione serve per incorporare del sale comune nella massa muscolare, permettendone così la disidratazione e migliorandone la conservazione.

Lo scopo del lavaggio invece è quello di eliminare il sale che rimane appiccicato all’esterno. Mentre lo step del riposo consente di eliminare l’acqua di costituzione.
Infine le cosce di manzo sono selezionate per essere sottoposte ad un primo leggero processo di affumicatura naturale con legno di rovere mediterraneo. Successivamente il manzo è sottoposto ad una lunga stagionatura.

Anche il luogo di produzione della Cecina di León è molto particolare. Infatti il manzo è prodotto a ridosso della cordigliera cantarbica, a circa 1200 metri sul livello del mare. Il clima in questa zona è perfetto per una stagionatura eccellente ed unica.

Una selezione unica

La selezione di prodotti tipici spagnoli non finisce certo qui. Ne esistono veramente tantissimi ed ognuno di essi rappresenta una parte importante della storia e della tradizione culinaria iberica.
Specialità ittiche e una produzione molto florida di formaggi di capra, mucca e pecora e ancora una rinomata produzione di mandorle e pregiati vini di origine antica.

Mettersi a tavola in Spagna significa mangiare tanto e bene e arricchirsi non solo con il cibo, ma anche culturalmente, perché dietro ogni prodotto tipico spagnolo c’è una lunga storia sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *