Aperitivo spagnolo
Blog

Aperitivo spagnolo: tapas, vino e allegria

La Spagna non è famosa solamente per la paella valenciana, che noi tutti ormai conosciamo bene. La penisola Iberica è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per una cucina tradizionale ricca e saporita. Tra i tanti piatti che la cucina spagnola offre, ce n’è uno particolarmente apprezzato soprattutto durante il periodo estivo. Stiamo parlando dei Tapas, il perfetto aperitivo spagnolo. Con questo termine si indica una grande varietà di preparazioni alimentari tipiche della cucina spagnola. Possono essere sia salate che dolci e sono consumate come aperitivi o antipasti. Le tapas sono solitamente preparate utilizzando ingredienti legati alla produzione alimentare mediterranea.

Tapas: etimologia

La parola tapas deriva da “Tapa”. Questa in antichità significava “coprire”, che in spagnolo si dice tapar, i bicchieri di vino nelle taverne e nelle locande, con un pezzo di pane o prosciutto. Il gesto era compiuto per evitare che nel liquido vi potessero finire insetti o polvere.

A seconda del località nella quale sono preparate, prendono un nome diverso. Ad esempio nei Paesi Baschi e in Navarra, sono chiamate “poteo” o “poteos”. Ad Aragona invece sono chiamati “alifara”, mentre nella comunità Valenciana sono conosciuti come “picadeta” o “picaeta”.

Aperitivo spagnolo

Aperitivo spagnolo per le sere d’estate

La cucina spagnola è sinonimo di freschezza, spensieratezza e sapori inconfondibili. Legata indissolubilmente a memorabili serate estive, si presta benissimo per preparare invitanti antipasti per le afose serate estive, da dividere e condividere con gli amici.
Ma quali sono le tapas in uso in Spagna?

Per mantenersi il più fedele possibile alla tradizione culinaria spagnola, consigliamo di offrire ai vostri ospiti, uno dei seguenti piatti tipici:

  1. aioli – salsa a base di aglio e olio d’oliva dal sapore forte e servita sul pane come antipasto o aperitivo
  2. bacalao – merluzzo saltato molto lentamente e generalmente servito con pane e pomodori
  3. boquerones en vinagre, acciughe bianche servite sotto aceto
  4. pinchos (o pintxos in basco), stuzzichini realizzati con vari ingredienti, infilzati con uno stuzzicadenti e collocati su una fetta di pane
  5. patatas bravas, patatas a la brava o papas bravas, patate fritte accompagnate da una salsa piccante a base di pomodoro e pimenton (paprica)
  6. carne mechada, carne cucinata a fuoco lento, tenera come una bistecca
  7. chopitos o puntillitas, piccoli calamari fritti
  8. polpo alla galiziana (pulpo a la gallega in spagnolo, polbo á feira o pulpo á feira in galiziano), polpo bollito e condito con olio d’oliva, sale e paprica
  9. crocchette (croquetas) di besciamella con baccalà o prosciutto.

Esistono poi molte variazioni regionali. Ad esempio, in alcune zone del nord della Spagna (Cantabria, La Rioja, Paesi Baschi e Navarra) sono molto diffusi e apprezzati i pincho. Si tratta di stuzzichini formati da una singola fetta di pane con sopra vari ingredienti. Questi sono consumati soprattutto al tavolo o al bancone di bar e ristoranti.

Aperitivo spagnolo

Tapas e consuetudini

L’antipasto spagnolo è oggetto di usi e costumi diversi a seconda della regione. In generale però le tapas sono consumate al bancone di bar e ristoranti accompagnate da bevande alcoliche o analcoliche. Gli spagnoli hanno l’abitudine di gustarne un paio in un bar, per poi spostarsi in un altro locale continuando la degustazione.

Si tratta di una sorta di consumo ambulante chiamato “tapeo” o “ir de tapas”. Gli spagnoli il fine settimana amano mangiare fuori casa. Durante questa occasione sono soliti spostarsi da un locale ad un altro, gustando esclusivamente tapa.

Una vecchia usanza (oggi forse un po’ in disuso) consisteva nel pulirsi la bocca con un fazzoletto, a fine pasto e gettarlo ai piedi del bancone, qualora il pasto fosse piaciuto. Il bar/ristorante che aveva il maggior numero di fazzoletti a terra davanti al bancone, era quello ritenuto di conseguenza il migliore a servire le tapas.

Tapas e un bicchieri di….

Un vero aperitivo spagnolo non può definirsi tale, se le tapas non sono accompagnate da un buon bicchieri di… Di quello che preferite in realtà. Sangria, vino, birra, l’importante è bere qualcosa di leggero mangiando questi deliziosi stuzzichini.

Le tapas rappresentano un vero e proprio momento di socialità, un momento da condividere in allegria con gli amici. E niente stuzzica di più l’allegria di un bicchiere fresco e gustoso da sorseggiare.

Alla fine tra una tapas e l’altra, un bicchiere di sangria e uno di vino, arriverà presto il momento di gustare una bella paella valenciana, preparata secondo tradizione e gustata al bancone di un ristorante con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *